Giornata dei Giusti 15 Marzo 2019

Nella giornata di venerdì 15 Marzo 2019 si sono svolte le celebrazioni conclusive della Giornata dei Giusti dell’Umanità, a Vercelli.
L’evento ha avuto luogo nel Complesso S. Giuseppe, sede dell’Università del Piemonte Orientale dalle ore 9.00.  In apertura dell’evento, si è ascoltato il videomessaggio da parte del presidente di GARIWO, Gabriele Nissim e a seguito dei saluti da parte delle autorità presenti sono iniziate le presentazioni da parte degli studenti e dai ragazzi del servizio civile delle figure Giuste di quest’anno: Don Luigi Longhi, il professore Giuseppe Leblis e l’attivista Marielle Franco.



La prima presentazione è stata quella di Don Luigi Longhi preparata dai ragazzi della classe prima Liceo Classico sezione B dell’istituto Lagrangia, seguiti dalla professoressa Carla Barale. Don Luigi Longhi, conosciuto parroco della parrocchia dell’Aravecchia, è una figura nota per aver speso la sua vita al servizio degli ultimi e per aver creato una vera e propria comunità a Vercelli. 
A seguire è stata presentata la figura del professore Giuseppe Leblis, da parte dei ragazzi delle classi di seconda liceo classico sezione A e B/C  sempre dell’istituto Lagrangia, seguiti della professoressa Grazia Brugnetta. Il professor Giuseppe Leblis, di origine ebraiche e insegnante dell’Istituto tecnico Camillo Cavour,  ha continuato gratuitamente ad insegnare anche a seguito della sua esclusione dalla sua professione a causa delle leggi razziali 
La terza e ultima figura presentata è stata l’attivista Marielle Franco, la cui presentazione è stata preparata da due ragazze del Servizio Civile, in collaborazione con Giuliano Bertotti di Amnesty International e gli studenti e professori del liceo artistico. Questi ultimi hanno arricchito la presentazione con realizzazioni artistiche dedicate alla figura di Marielle. Marielle Franco, personaggio suggerito proprio da Amnesty International è stata ricordata, ad un anno dalla sua uccisione, per via della sua attività di difesa dei diritti civili nelle Favelas di Rio de Janeiro, dove era consigliera comunale. Questa sua attività le è costata la vita. 

Tutte le presentazioni sono state accompagnate dalle esibizioni musicali dei ragazzi del liceo musicale. 
Le celebrazioni si sono spostate al parco Iqbal Masih dove, dopo gli interventi dell’assessore alle politiche giovanili Maria Moccia, del sindaco Maura Forte, della Presidente della Comunità ebraica Rossella Bottini Treves e di don Massimo Bacchi oltre ad essere stati messi a dimora gli alberi dedicati ai tre Giusti del 2019, sono state posizionate le targhe realizzate sempre dal liceo artistico accanto a tutti gli alberi dedicati ai Giusti sin dalla prima edizione della Giornata, nel 2016. Attualmente il Giardino ricorda 13 Giusti. 
Dopo una piccola rappresentazione per ricordare le figure Giuste degli anni precedenti si è proceduto con lo svelamento delle targhe dei Giusti 2019 da parte dei ragazzi delle scuole.

Durante le presentazioni sono stati inoltre consegnati ai partecipanti dei post-it colorati sui quali ognuno è stato libero di scrivere un pensiero legato alla giornata. Questi post-it sono stati poi utilizzati per decorare l’installazione cartonata riportante la scritta “#Giusti”, posizionata nel centro del parco per l’occasione..