Gli animali fantastici in biblioteca

Scritto da Giulia Caiazza e Michela Massa il .

Venerdì 31 maggio, in occasione della Fattoria in Città, noi ragazzi delle biblioteche abbiamo organizzato un laboratorio rivolto alle classi elementari, riguardante gli 800 anni del Sant’Andrea,  soffermandoci in particolare sugli animali fantastici lì scolpiti. 

Partendo da una descrizione generale dell’Abbazia, abbiamo mostrato quattro grandi fotografie di animali scolpiti negli incroci delle arcate del transetto centrale, per spiegare ai bambini come questi animali immaginari siano composti da parti di animali comuni. Ad esempio il basilisco è formato dal corpo di un serpente, la testa e le zampe di un gallo e le ali da pipistrello. A questo punto abbiamo chiesto ai partecipanti di immedesimarsi in un uomo  medievale e inventare la loro creatura assemblando vari animali della fattoria. I bambini hanno potuto scegliere tra teste di pecore e maiali, corpi di conigli e gatti, code di cavallo e mucca, ali da aquila e gallina. Colorati in modo sgargiante, uniti dai fermacampione in modo inusuale, gli alunni si sono poi sbizzarriti a dargli i nomi più strani, come la “muccabaleno”, cioè una mucca arcobaleno, e il “pecallo”, una pecora-cavallo. Soddisfatti e felici, i bambini sono tornati a scuola con il loro animale!!