Caro Amico Ti scrivo, così mi distraggo un po'.

Scritto da Manuela Adduci il .

Un nuovo diario da scrivere, scarabocchiare, riempire: da non dimenticare tra le pagine della mia vita. “Mio Caro Diario” 
Ti devo avere scritto anni fa, di certo Tu migliore di me conservi il ricordo. Ti chiederai suppongo dove sono stata e che è successo.
Mi chiamo sempre Manuela, nome che con gli anni in bocca agli altri mi diventa sempre più gradevole, soprattutto quando mi chiamano per l’abbraccio o la simpatia, anche quando è in un rimprovero purché faccia crescere.
Ho 26 anni, quasi 27 e questo decisamente l’ho cambiato!
Dopo la maturità al Liceo Scientifico faticata e da non ripetere, ho deciso di continuare ad applicarmi alla carta stampata iscrivendomi a Giurisprudenza. Sì, non ho mai curato le mie insane manie di grandezza.
Mi sono dunque laureata con sacrificio e soddisfazione, parole amiche a quanto sembra.
Dopo gli studi il percorso usuale della pratica forense non mi ha dato l’energia che speravo facendomi anzi ancor di più pensare, che il mio spirito sia più aduso alla condivisione e meno alla controversia esasperata.
Ecco perché questa volta non Ti trovo nelle pagine sbiadite e profumate di un semplice diario di bambina piuttosto essendo Tu mio prezioso Amico, in questo tempo, un cavaliere nobile portatore di nuovi messaggi stampati nelle pagine del Servizio Civile Nazionale.
Ultimo ma non meno importante altrimenti rischia di offendersi il coprotagonista: mi sono sposata! Non mi sono mai sentita così nel posto giusto, al momento giusto, come in quel giorno di fronte a mio marito, nel mio - diciamolo forse un po’ esagerato-  abito da sposa.
Intorno a me, stretta stretta e imprescindibilmente ingombrante sta la mia famiglia: il clan come diciamo noi. Caro Diario siamo sempre tanti, miriamo ad essere di più mi pare. Facciamo baccano alle feste, discutiamo su tutto e anche nelle sere più affaticate ci ritroviamo tutti nella stessa stanza. Pur navigando a vista siamo sempre forti. Nessuno viene lasciato indietro. La casa è sempre pulita quanto basta per essere sana e sporca altrettanto abbastanza per essere felice: cani e gatti in questo danno una grossa mano. Insomma: vinciamo noi non Ti preoccupare.
“Ho avuto un istante di grande pace. Forse è questa la felicità.”
Penso sempre a questa felicità che protegge. Nel buio cerco sempre il mio ricordo felice.
A presto
Tua Manù